Trattamento e cura della compressione del nervo ulnare

La sindrome da compressione del nervo ulnare è una patologia provocata dalla compressione del nervo ulnare nel canale cubitale, che può colpire il gomito (sindrome del tunnel cubitale) o il polso (sindrome di Guyon).

Nella sindrome del tunnel cubitale la compressione avviene a livello dell’epicondilo del gomito, un tratto osseo situato sulla faccia interna del gomito, e questa rappresenta la manifestazione più frequente di questa patologia.

Nella sindrome di Guyon la compressione avviene nell’omonimo canale ma a livello del polso.

Quali sono le cause

Il nervo ulnare è costantemente sollecitato a causa dei movimenti, soprattutto nelle persone che svolgono attività lavorative pesanti o attività sportive che impegnano costantemente il gomito, come ad esempio il tennis.

Questa patologia è inoltre influenzata anche da condizioni come l’artrite, traumi, disordini endocrinologici e malattie metaboliche.

Come si manifesta

Inizialmente la sintomatologia si manifesta con una sensazione di torpore, intorpidimento, formicolio e disestesie (alterazioni della sensibilità) a livello del IV e del V dito della mano dovuta all’irritazione del nervo, tale sintomatologia si presenta soprattutto durante il sonno o nella fase di risveglio.

Questa patologica causa anche un impedimento funzionale durante l’uso prolungato della mano.

Nella fase successiva si può arrivare ad avere ipotrofia dei muscoli della mano (che colpisce i muscoli interossei, ipotenari e adduttore del pollice) con gravi deficit di forza, limitazione dei movimenti e presenza di dolore.

Nei casi più gravi si possono presentare aspetti patologici come la cosiddetta “mano ad artiglio”.

Come si effettua la diagnosi della compressione del nervo ulnare?

Clinicamente è possibile rilevare l’ipotrofia dei muscoli della mano con difficoltà nella presa e con dito mignolo iper abdotto.

Per effettuare la diagnosi clinica viene effettuata un’opportuna indagine strumentale, come ad esempio l’elettromiografia che consente di escludere sindromi radicolari di natura cervicale o altre sedi di compressione del nervo.

Quali sono i trattamenti per la compressione del nervo ulnare?

Il trattamento di questa patologia consiste in una terapia conservativa nelle forme iniziali che consiste nel risolvere i fattori scatenanti come traumi ripetuti, sforzi eccessivi e nell’utilizzo di antinfiammatori e integratori.

Nelle forme più gravi e avanzate l’intervento è di tipo chirurgico e prevede la liberazione del nervo ulnare dalla compressione con possibile trasposizione.

In cosa consiste l’intervento

L’intervento viene eseguito in anestesia loco-regionale tramite il blocco del plesso brachiale.

In caso di sindrome del tunnel cubitale viene effettuata una piccola incisione a livello del gomito che consente di liberare il nervo ulnare compresso così da poter risolvere la patologia .

Nei casi in cui il nervo ulnare tenda a lussarsi sopra l’epicondilo, durante la flessione del gomito, è consigliabile asportare quest’ultimo ed effettuare una trasposizione anteriore del nervo.

Post operatorio

Dopo circa due settimane vengono rimossi i punti di sutura utilizzati per chiudere l’incisione.

Per un mese si consiglia di effettuare un’attività fisica moderata e ridurre gli sforzi fisici così da favorire la guarigione del nervo ulnare e limitare la presenza di cicatrici patologiche.

I nostri trattamenti di chirugia plastica!

Trattamento Tunnel Carpale a Firenze

Tunnel Carpale

Cura dito a scatto a Firenze

Dito a scatto

Cura artrosi della mano a Firenze

Artrosi della mano

Cura Morbo di Dupuytren a Firenze

Morbo di Dupuytren

Trattamento compressione del nervo ulnare a Firenze

Compressione del nervo ulnare

Rimozione cisti mano e polso a Firenze

Cisti della mano e del Polso

Prenota un trattamento

Entra