Lifting senza bisturi con i fili riassorbibili, il lifting mininvasivo e indolore

I fili riassorbibili sono un trattamento di medicina estetica che consente di ottenere un effetto lifting del viso senza incisioni del bisturi, tagli e cicatrici.

Chiamati anche fili biostimolanti sono un trattamento innovativo che garantisce un risultato anti-age sempre più apprezzato dalle donne di qualsiasi età grazie ai risultati naturali e subito visibili dopo il trattamento.

Questo trattamento è sempre più apprezzato dalle donne grazie alla sua mini-invasività che permette di ringiovanire il lineamenti del volto ed eliminare efficacemente le rughe senza ricorrere al bisturi e a interventi più delicati come il lifting del viso.

In questo articolo il dottor Tommaso Agostini, chirurgo plastici, medico estetico presso la clinica ireos, ci spiega nel dettaglio in cosa consiste questo tipo di trattamento e come agiscono i fili riassorbibili sul viso delle persone.

Come funzionano i fili bisostimolanti

I fili biostimolanti sono fili riassobibili in polidiossanone (PDO) da sempre utilizzati in campo medico per le suture delle ferite.

Il polidiossanone è un materiale biocompatibile particolare, è un polimero sintetico, biodegradabile, incolte e cristallino estremamente resistente, affidabile e prevedibile nell’arco temporale.

Vengono utilizzati da molti anni in chirurgia generale e vascolare, nel derma profondo, ovvero nella parte più interna della pelle, a metà tra la cute in superficie e l’ipoderma, dove sono presenti le fibre di collagene, i fibroblasti e le fibre di elastina, ovvero tutte quelle strutture che danno sostegno alla pelle.

I fili biostimolanti vengono utilizzati in chirurga estetica e in medicina estetica per stimolare la produzione di produzione di collagene, elastina e acido ialuronico e/o tendere i tessuti nei quali vengono inseriti per ottenere un effetto lifting naturale.

Come avviene il soft linfting con i fili: indolore e mininvasivo

La procedura per inserire i fili riassorbibili è un trattamento in regime ambulatoriale, praticamente indolore, che dura tra 15 e i 45 minuti.

Per effettuare la procedura il medico estetico utilizza anestetici topici per i fili di biostimolazione e anestesie locali per i fili di trazione.

I fili riassorbibili possono essere utilizzati su viso, decolletè, collo, addome, braccia, cosce ecc per tendere i tessuti e stimolare la sintesi di collagene.

La procedura

I fili riassorbibili vengono inseriti, sotto la cute, tramite degli aghi sottilissimi senza praticare incisioni e non comportano cicatrici.

Il chirurgo posiziona i fili in modo da creare una specie di rete sotto al derma che funge da struttura di sostengo ai tessuti che hanno perso la loro elestacità e sono ceduti.

Per il trattamento non è necessaria l’anestesia ma è possibile utilizzare un anestetico topico (crema anestetica locale).

I fili riassorbibili generano subito un effetto lifting sulla zona dove vengono inseriti e mantengono la loro resistenza per circa 70-90 giorni, per essere completamente assorbiti dall’organismo dopo 10-12 mesi.

Durante il loro riassorbimento favoriscono la sintesi di nuovo collagene e formano come una struttura cutanea che sostiene e rinforza i tessuti, continua il chirurgo.

Il risultato di un lifting con i fili di trazione è visibile da subito ma si apprezza di più dopo 4 settimane, periodo necessari perché la cute si assesti.

Il risultato è una pelle più elastica, vitale e luminosa, un miglioramento del tono della pelle e l’eliminazione delle rughe presenti nell’area trattata.

Le azioni dei fili riassorbibili: biostimolante e trazionante

I fili di trazione hanno un duplice effetto sulla pelle:

  • Intensa e efficace biostimolazione dei tessuti che rende la pelle più fonica donando luminosità alla pelle;
  • Danno supporto alla struttura cutanea e connettiva, oramai ceduta, esercitando una trazione meccanica dei tessuti per un effetto lifting estremamente naturale.

Controlli

Il trattamento viene eseguito in una sola seduta, successivamente la paziente dovrà eseguire delle visite di controllo per verificare che non siano presenti problematiche o per effettuare qualche ritocco nelle zone non trattate durante la prima seduta.

Il trattamento può essere ripetuto una volta riassorbiti i fili di trazione, indicativamente dopo 10-12 mesi a seconda del tipo di filo utilizzato.

Quali zone possono essere trattate

I fili di trazione possono essere utilizzati su viso, decolletè, collo, addome, braccia, cosce ecc per tendere i tessuti e stimolare la sintesi di collagene.

La varietà dei diametri e le varie caratteristiche delle tipologie di filo, consentono di poter effettuare il lifting senza bisturi sia sulle are del volto che del corpo.

Sono un trattamento estremamente valido per trattare casi modesti e medi di rilassamento della cute del visto e per contrastare la perdita di elasticità della pelle nella aree del collo, braccia, ginocchia, decolletè, cosce, addome e glutei.

Rischi e controindicazioni

I fili riassorbibili sono un trattamento sicuro e efficace.

Dopo l’inserimento dei fili si possono manifestare delle reazioni fisiologiche come gonfiore, rossore, prurito o sensibilità nell’area trattata.

Tutte le reazioni spariranno in autonomia al massimo entro un giorno.

Dopo il trattamento è possibile tornare subito alle proprie attività quotidiane e lavorative.