Lipofilling: cos’è e come funziona e quanto costa

Lipofilling: cos’è

Il lipofilling è una procedura chirurgica estetica che consente di modellare il corpo tramite l’innesto di grasso autologo prelevato da una zona donatrice.

L’intervento è finalizzato all’aumento del volume di specifiche zone, del corpo o del viso, poco sporgenti oppure svuotate.

Conosciuto anche come intervento di lipostrutturazione, poiché vi è l’applicazione di una tecnica di aspirazione del grasso da una zona donatrice a un’area diversa, chiamata zona ricevente,  che risulta svuotata.

Non è un caso che i trattamenti di lipofilling siano richiesti prevalentemente da donne, tale condizione è data dal fatto che vi è usualmente un’esigenza particolare di aumentare il volume e migliorare specifiche zone del corpo.

Negli ultimi anni i trattamenti di lipofilling sono in grande crescita, il miglioramento di glutei, seno, viso e polpacci non è così complesso come negli anni passati.

La capacità di questa tipologia di trattamento di correggere dei profili corporei alterati, siano questi vincolati alle diete dimagranti, allo stress oppure all’avanzamento dell’età, è una risorsa su cui poter puntare se si avessero esigenze specifiche.

L’impiego di un sistema di questo genere permette di migliorare tutte quelle condizioni fisiche legate all’estetica di una persona, beneficiandone non solo nell’aspetto visivo, ma anche in quello psicologico.

Lipofilling: caratteristiche

L’incremento di richieste per sostenere un trattamento di lipofilling è dato principalmente dalle caratteristiche che lo definiscono.

Vediamo quali sono le condizioni che rendono un processo estetico-chirurgico così interessante rispetto a un trattamento filler più comune.

Altra caratteristica essenziale di un trattamento di lipofilling si identifica nella riduzione considerevole delle intolleranze e delle reazioni allergiche alle sostanze inoculate.

Non è un caso che le persone particolarmente soggette a reazioni allergiche decidano di sottoporsi solo a trattamenti di questa tipologia, svincolandosi dai più invasivi e meno controllati.

Correggere le imperfezioni della pelle con il lipofilling

Una delle caratteristiche più importanti di un trattamento di lipofilling risiede nella sua capacità di ritoccare gli inestetismi tipici dell’avanzamento dell’età.

Grazie all’applicazione di tecniche dedicate è possibile rimodellare tutti i volumi che hanno subito modifiche significative nel tempo, correggendo le imperfezioni della pelle.

Tecnicamente il processo di applicazione consiste nell’inoculare un tessuto adiposo (grasso) che proviene direttamente dal corpo di chi ha deciso di eseguire il trattamento.

Nel filler tradizionale, l’inoculazione avviene con una sostanza riempitiva legata all’acido ialuronico.

L’acido Ialuronico è un trattamento sicuro, in quanto la sostanza è già presente nel nostro corpo, ma non è un trattamento definitivo come il lipofilling.

Ringiovanire il corpo con il lipofilling: i risultati

Il lipofilling ha un effetto semipermanente che influisce sulla condizione di ringiovanimento ed è più longevo.

Un trattamento con i filler garantisce dei risultati evidenti fino a 3-13 mesi di risultati nel ringiovanimento, mentre i risultati del lipofilling hanno una durata molto più lunga, si parla di anni, costituendo un vero e proprio effetto semipermanente.

Il grasso del lipofilling si assorbe?

Si, una piccola percentuale di grasso può essere riassorbita dal corpo con una perdita del volume ottenuto mauno dei punti di forza del lipofilling è sicuramente la sua capacità di sfruttare al meglio l’assorbimento del grasso trapiantato.

Infatti, con questa tecnica è possibile riassorbire il 30-40% di grasso, consentendo alla percentuale restante di rimanere li dove è stata posizionata.

Tale condizione permette alle donne e agli uomini, che si sottopongono a tale trattamento, di ottenere dei risultati a lungo termine più soddisfacenti.

Tempistiche

Già con un solo intervento di lipofilling si ottengono risultati eccezionali.

Nel caso ci sia una percentuale di assorbimento del grasso maggiore a quella desiderata è possibile ripetere l’intervento più volte fino alla stabilizzazione del risultato desiderato.

Tale condizione permette di beneficiare di tutte le sue potenzialità nel modo migliore possibile.

Quali zone trattare con il lipofilling

Quando si effettua un trattamento di lipofilling, l’obiettivo principale risiede nel migliorare il ringiovanimento del proprio aspetto estetico: corpo oppure viso.

Sebbene in molti casi si è portati a pensare che tale tecnica sia vincolata solo a specifici punti del viso, in realtà questa è estremamente versatile.

Vediamo quali sono le aree più interessate a questa tipologia di trattamento estetico-chirurgico.

Una delle richieste più interessanti per un trattamento di lipofilling è sicuramente quella che consente di definire mento, guance e zigomi.

Queste tre aree si prestano benissimo all’inoculazione del tessuto adiposo, reagendo naturalmente al suo assorbimento nel corso del tempo.

Viso

Una delle circostanze più efficaci per un processo di lipofilling si identifica con il ridisegno del viso.

Tantissime persone sentono l’esigenza di modificare la forma e le linee del proprio viso, con un trattamento dedicato è possibile farlo in tempi non troppo dilatati.

Rughe

Negli ultimi anni la richiesta di lipofilling per spianare le rughe è diventata uno dei punti chiave per i centri specializzati.

Lo scorrere dell’età porta con sé la comparsa delle rughe, queste possono essere limitate grazie a trattamenti specifici nell’area di interesse.

Labbra

Chi ha la necessità di aumentare il volume di labbra sottili può fare un intervento di lipofilling e ottenere dei risultati eccellenti.

Polpacci e glutei

Non vi è alcun dubbio sul fatto che un trattamento di lipofilling consenta di riempire polpacci e glutei nel modo migliore possibile, senza infierire sulle caratteristiche elastiche della pelle.

Seno

L’intervento di lipofilling può essere utilizzato efficacemente per modellare un seno poco sporgente oppure cadente  e può aiutare chi ha esigenze estetiche volte a migliorare la forma del proprio corpo.

Lipofilling viso e corpo: soluzione estetica e medica

I trattamenti di lipofilling viso vertono al miglioramento di tutto ciò che concerne l’area del viso, dal mento alla fronte, mentre tutti i trattamenti volti al miglioramento del corpo comprendono le zone interessate a inestetismi oppure a problemi più gravi.

I trattamenti, infatti, possono non essere necessariamente volti al miglioramento estetico, ma anche a quello medico.

Vediamo quali sono le altre indicazioni in cui è possibile applicare un trattamento di questo genere.

  • Ferite: usualmente il lipofilling viene utilizzato per la guarigione dalle ferite, la presenza di cellule staminali all’interno dei tessuti adiposi può aiutare in modo significativo la guarigione del paziente.
  • Difetti post chirurgici-traumatici: quando si subisce un intervento chirurgico oppure un forte trauma è possibile eseguire un trattamento di correzione con le tecniche di lipofilling. I difetti post-traumatici non sono sicuramente trascurabili, in casi specifici è opportuno ripristinarne l’estetica con il lipofilling.
  • Decubito: tantissime persone, durante una lunga degenza, soffrono di piaghe da decubito. Un trattamento di lipofilling permette di guarire in modo veloce da tale spiacevole problematica.
  • Cicatrici: oltre a velocizzare la guarigione delle ferite, il lipofilling permette anche di riempire in modo concreto le aree cicatriziali. Purtroppo, sempre più persone hanno la necessità di limitare le cicatrici post-operatorie, condizione che può influire non solo sull’estetica, ma anche sulla psiche della persona. Potrebbe interessarti: Come Eliminare le cicatrici
  • Fibrosi tissutale: l’incidenza di un trattamento di lipofilling sulla correzione di fibrosi tissutale è evidente, soprattutto sui pazienti con un’età avanzata.
  • Ustioni: il recupero della propria salute, dopo aver subito ustioni, può essere più veloce con un processo di lipofilling mirato.

Lipofilling: prima dell’intervento

Quando si decide di sottoporsi a un trattamento di lipofilling, sebbene questo sia estremamente sicuro rispetto alle tecniche più invasive, necessita di una pianificazione oculata.

Il chirurgi di riferimento dovrà essere informato su tutte le malattie precedenti, anche quelle di poco conto.

Devono essere riportati anche tutti gli interventi estetici già effettuati in precedenza, in modo da avere un quadro chiaro su quelli che sono le modalità di intervento.

Il paziente verrà fotografato nelle aree che saranno soggette al trattamento per migliorare il ridisegno del corpo o del viso.

I trattamenti di lipofilling prevedono un processo di raccomandazioni ben definite: non bisogna assumere acido acetilsalicilico oppure antinfiammatori e bisogna smettere di fumare oppure astenersi da esso per almeno quattro settimane prima dell’intervento.

Lipofilling: come avviene l’intervento

Lo svolgimento dell’intervento di lipofilling viene eseguito in anestesia locale, tramite sedazione cosciente.

Nel caso in cui ci fosse l’esigenza di un intervento sul corpo ingente, in alcuni casi si opta per un’anestesia generale, incrementando di fatto anche i tempi di degenza del paziente; nella gran parte dei casi il ricovero è di una sola notte.

L’operazione consiste nell’aspirazione di una specifica quantità di tessuto grasso, usufruendo di una cannula a punta per non danneggiare i tessuti.

Il tessuto adiposo viene prelevato da zone in cui questo è particolarmente presente, come i fianchi, i glutei, l’addome, il ginocchio oppure le cosce esterne.

Prima di iniziare il procedimento di lipofilling, il grasso viene centrifugato affinché l’adipe si purifichi, per poi essere inoculato nell’area di interesse.

Lipofilling: dopo l’intervento

Terminato il processo di inoculazione dei tessuti adiposi, al paziente verrà applicata una medicazione elastica-compressiva che sarà rimossa solo dal chirurgo dopo il periodo prestabilito.

Come è facile dedurre, inizialmente il paziente avvertirà dei piccoli disturbi, come l’indolenzimento nell’area trattata oppure un leggero prurito.

Usualmente vengono associati, per velocizzare la guarigione, dei farmaci antidolorifici, prescritti dal medico stesso.

I controlli post-operatori devono essere periodici per monitorare l’avanzamento e la reazione dei tessuti adiposi nella nuova area di installazione.

I tempi di recupero totale e di ritorno alla quotidianità sono usualmente di 2-4 settimane dall’intervento, condizione vincolante alla tipologia di intervento e all’entità della stessa.

Lipofilling: interventi associati

Spesso si è portati a pensare che un trattamento di lipofilling sia necessariamente a sé stante, inducendo il paziente a non dover far nulla per tutto il periodo di tempo della guarigione.

Un processo di questo genere può associarsi anche ad altri interventi di chirurgia estetica.

Moltissime persone associano al lipofilling anche trattamenti di lifting, ma si aggiungono anche liposuzione, malaroplastica, blefaroplastica e gluteoplastica.

Lipofilling: vantaggi e risultati

L’evoluzione nel corso del tempo di un trattamento come il lipofilling, ha portato con sé non solo nuovi modi di inoculare i tessuti adiposi, ma anche vantaggi concreti.

Quali sono i benefici che un sistema di questo genere può garantire ai pazienti?

Allergie

Come abbiamo sottolineato più volte, un trattamento di lipofilling azzera le reazioni allergiche. Dopo un’inoculazione del tessuto adiposo, non è possibile riscontrare allergie dato che il grasso è stato prelevato direttamente dal corpo del paziente.

Longevità

Quando si effettua un trattamento di lipofilling si ottengono risultati migliori nel corso nel tempo. Sebbene in molti casi si consideri un trattamento permanente, è più opportuno definirlo come un trattamento semi-permanente. Con 2-3 interventi è possibile ripristinare il corretto assorbimento dei tessuti grassi, così da poterne beneficiare per un tempo significativo rispetto alle inoculazioni tradizionali.

Nell’atto pratico, l’incremento di tempo ottenuto da un processo di lipofilling è triplicato se non quadruplicato rispetto a un trattamento con acido ialuronico canonico.

Ringiovanimento naturale

Chi si sottopone a un intervento estetico di lipofilling ottiene un effetto di ringiovanimento eccellente, questo permette di usufruire di una proprietà riempitiva del tutto naturale, garantendo al paziente la massima resa estetica.

Sempre più persone vengono sottoposte a interventi invasivi, inducendo i pazienti a una trasformazione fisica spesso eccessiva e troppo rapida.

L’inoculazione dei tessuti adiposi permette un miglioramento mirato e volto all’ottenimento del risultato graduale nel tempo.

Tale condizione è essenziale per garantire ai propri tessuti maggiore elasticità, risultando molto più gradevole esteticamente anche dopo mesi dall’intervento.

Sicurezza

Uno dei vantaggi più importanti, che hanno reso questo trattamento sempre più apprezzato dagli utenti, è la sicurezza dell’intervento.

Oltre a un’analisi dettagliata da parte del medico che andrà a operare, vi è la totale assenza di allergeni che possano causare problematiche al paziente.

La tecnica utilizzata, sebbene sia impegnativa, è ormai padroneggiata nel migliore dei modi, consentendo al paziente di stare sereno e di evitare spiacevoli sorprese.

Nell’ambito chirurgico-estetico la sicurezza è un aspetto essenziale, un trattamento di lipofilling, rispetto ai filler comuni, è molto più sicuro.

Lipofilling: effetti collaterali e complicazioni

Come ogni tipologia di trattamento estetico-chirurgico, anche questo può indurre ad alcuni effetti collaterali.

Sebbene non siano particolarmente rilevanti è opportuno analizzarli singolarmente per avere un quadro dettagliato delle potenziali complicazioni post-intervento.

Quando si effettua un trattamento di lipofilling, la gran parte dei pazienti riscontra disagio fisico, condizione che si lega inevitabilmente alla percezione di dolore e gonfiore nell’area in cui è stato eseguito l’intervento.

I dolori sono dovuti principalmente alla formazione di piccoli ematomi, condizione normale analizzando la tipologia di intervento.

Non è difficile incorrere anche in piccoli attacchi febbrili pochi giorni dopo l’intervento, ma vengono a presentarsi solo in condizioni di uno status fisico già debilitato.

Esulando il discorso da questi effetti collaterali di lieve entità, che possono essere annoverai tra quelli normali, è opportuno esaminare le complicazioni leggermente più significative che possono presentarsi con un trattamento di lipofilling.

Iperpigmentazione

Uno dei problemi più ricorrenti è sicuramente quello dell’iperpigmentazione della pelle nell’area in cui è stato inoculato il tessuto adiposo.

Come è facile dedurre, l’inserimento di grasso nelle sedi trattate può indurre la pelle a reagire in modo rapido alla variazione di luce.

Affinché si possano evitare arrossamenti e problematiche annesse, è consigliabile non esporsi alla luce diretta del sole, in un periodo che può durare fino a quattro mesi dopo l’operazione.

Non è un caso che sempre più persone si sottopongano a un trattamento di lipofilling nelle stagioni invernali, evitando di fatto l’esposizione ai raggi solari molto forti della primavera e dell’estate.

Allergia

Uno dei temi più ricorrenti nei trattamenti estetici è quello dei farmaci utilizzati.

I farmaci utilizzati per l’anestesia locale e la riabilitazione post-operatoria possono indurre problematiche specifiche.

I pazienti per questo motivo devono comunicare al proprio chirurgo le loro allergie e le operazioni correlate.

In questo modo l’anestetista potrà avere una panoramica più dettagliata dei farmaci da somministrare.

Gonfiore o edema

Nelle zone trattate si possono presentare dei piccoli edemi o del gonfiore.

Usualmente sono effetti collaterali che scompaiono in un lasso di tempo di 15-30 giorni.

A differenza dei sintomi considerati normali, in questo caso il gonfiore è particolarmente vistoso, condizione che induce il paziente a effettuare una visita di controllo dal medico specializzato che lo ha operato.

Malessere generale

Alcuni pazienti riscontrano un malessere generale, una sensazione di spossatezza e di intorpidimento.

Sebbene non tutti i pazienti riscontrino gli stessi sintomi, la condizione di malessere tende a risolversi nel giro di pochi giorni.

Assorbimento del grasso

Nella condizione ideale, un trattamento di lipofilling ha un assorbimento dei tessuti adiposi del 30-40%.

Tale condizione può non essere identica per tutti, manifestando un possibile riassorbimento dei tessuti adiposi trapiantati pochi mesi dopo il trattamento.

In questo caso è opportuno consultare il proprio chirurgo e procedere a una strategia d’intervento diversa.

Lipofilling Firenze

Desideri sottoporti a un intervento di lipofilling?

Contatta la clinica Ireos di Firenze, presso la nostra struttura troverai chirurgi specializzati e un equipe medica con comprovata esperienza.

Per fissare un appuntamento puoi contattarci tramite la mail info@clinicaireos oppure chiamaci al 055 332595