Cellulite: cause, sintomi e rimedi | Come togliere la cellulite | Clinica Ireos

Cellulite: le cause e tutti i rimedi

La cellulite è sicuramente il più comune e talvolta il più fastidioso inestetismo della pelle, ma perchè si forma la cellulite?

Iniziamo col dire che la cellulite si sviluppa quando a livello locale viene compromessa la microcircolazione sanguigna, determinando un accumulo di liquidi in eccesso e portando in sofferenza il tessuto adiposo sottocutaneo.

Il cosiddetto aspetto a buccia d’arancia, che molte ragazze pensano essere il “danno alla pelle” in effetti è solo un primo campanello d’allarme di un danno al microcircolo più serio che si svilupperà in futuro.

Vediamo insieme quindi quali sono i primi sintomi della cellulite, le cause e come prevenirla e curarla, sia a casa che con trattamenti professionali.

I sintomi della cellulite

A seconda della gravità del disturbo si riconoscono tre tipi di cellulite:

Cellulite allo stadio iniziale: nello stadio iniziale la pelle presenta un tessuto poco elastico, un po’ ispessito al tatto e poco tonico.

Quando la cellulite è recente infatti la pelle che appare un po’ gonfia può presentare delle fossette chiare che appaiono solo pizzicando la pelle ma che poi scompaiono lentamente.

La cellulite al primo stadio, come è intuibile, è la più semplice da trattare e dovrebbe essere curata per tempo perchè se non si interviene tempestivamente tende a peggiorare.

Cellulite al secondo stadio: al secondo stadio i sintomi dello stadio precedente peggiorano, infatti il danno alla microcircolazione peggiora ed è possibile sentire la pelle delle aree interessate dalla cellulite come più fredda e meno elastica. Pizzicando la pelle inoltre i cuscinetti adiposi e le fossette presenti diventano più visibili ed è spesso possibile avvertire sotto le dita come dei piccoli granuli spesso dolenti.

Cellulite al terzo stadio: è lo stadio più avanzato della cellulite, è caratterizzata da cuscinetti adiposi molto evidenti anche in posizione di riposo, inoltre massaggiando la pelle si avverte dolore ed è possibile percepire dei piccoli noduli nel tessuto.

Chiaramente le forme iniziali di cellulite sono le più semplici da trattare ma con costanza e i giusti metodi è possibile eliminare del tutto anche le forme al secondo ed al terzo stadio.

Le cause della cellulite

L’insorgere della cellulite può dipendere da numerosi fattori quali uno stile di vita poco sano ma anche da squilibri ormonali, l’assunzione di particolari tipologie di farmaci tra cui la pillola anticoncezionale o fattori genetici ereditari. In particolare le cause più comuni della cellulite sono:

  • fattori genetici, come ad esempio la tendenza innata ad accumulare tessuto adiposo
  • alimentazione scorretta, gli stili di vita alimentari ricchi di grassi tendono infatti a causare una situazione di infiammazione generalizzata all’interno dell’organismo
  • fattori ormonali, ci sono situazioni ormonali patologiche dove nella donna si ha una produzione eccessiva di estrogeni che ha come conseguenza una ritenzione idrica in eccesso
  • assunzione di farmaci, abbiamo già detto che l’assunzione di alcuni classi di farmaci che portano ad una variazione dell’assetto ormonale o che, per loro controindicazione comune causano ritenzione idrica, peggiorano la cellulite. Questi farmaci sono prevalentemente la pillola anticoncezionale e i cortisonici.
  • sedentarietà e scarsa attività fisica

La cura per la cellulite

Alimentazione: spesso si dice che siamo quello che mangiamo ed è proprio così!

Per trattare in modo appropriato la cellulite bisognerebbe come prima cosa modificare le proprie abitudini alimentari, il sale e soprattutto il sodio in esso contenuto è uno dei principali “nemici” in quanto è capace di aumentare la ritenzione idrica.
Altri componenti alimentari da ridurre dovrebbero essere poi dolci, carboidrati raffinati e alcool in quanto tutti questi prodotti tendono ad aumentare il ristagno di liquidi e ad affaticare il sistema linfatico.

I cibi da preferire sono invece pesce, frutta, verdura, legumi e oli di origine vegetali spremuti a freddo ricchi di omega 3 quali l’olio extravergine d’oliva e l’olio di lino.

E’ inoltre una buona abitudine introdurre nella dieta una serie di cibi brucia grassi come ananas, caffè, cereali e spezie e se possibile assumere bevande con potere diuretico come infusi di tarassaco, tè ed estratti di sedano e prezzemolo.

Mesoterapia Omeopatica: per combattere la cellulite la natura ci da una mano, per i casi più semplici può essere sufficiente assumere degli integratori alimentari che favoriscono il drenaggio dei liquidi in eccesso, ma quando questi non sono sufficienti è possibile veicolare questi principi attivi naturali direttamente dove serve grazie alla mesoterapia.

Grazie a questa tecnica vengono eseguite una serie di microiniezioni dove i principi attivi naturali vengono veicolati a livello del derma.

I prodotti che offrono i migliori risultati sono quelli della Mesoestetic, ditta leader del settore grazie all’ampio ventaglio di prodotti altamente concentrati utilizzati, tutti di origine naturale.

Scopri tutto sulla mesoterapia

Carbossiterapia: grazie a questa tecnica che permette di ridurre contemporaneamente gli accumuli adiposi localizzati e la cellulite è possibile finalmente combattere i segni del tempo ed eliminare gli inestetismi più odiati della pelle.

Ma come funziona la carbossiterapia?

Questa tecnica permette di veicolare anidride carbonica a livello dermico o sottocutaneo dove agisce essenzialmente stimolando il microcircolo e stimolando il metabolismo dei fibroblasti, le cellule che nella nostra pelle producono collagene ed elastina, prodotti che donano elasticità e compattezza alla nostra pelle.

La carbossiterapia svolge inoltre un’azione depurativa, favorendo il drenaggio dei liquidi in eccesso e lo smaltimento delle tossine.

Scopri tutto sulla carbossiterapia

Mesobotox: il mesobotox è un trattamento che consiste nell’iniettare nel mesoderma un cocktail di vitamine, acido ialuronico, enzimi, oligoelementi e un quantitativo di tossina botulinica di tipo A molto diluita.

Grazie a questa tecnica le cellule della pelle vengono attivate e stimolate a produrre nuovo collagene ed elastina, inoltre si ottiene un immediato effetto di distensione e rimozione dell’effetto a buccia d’arancia.

Crioterapia: l’ultima frontiera del trattamento della cellulite e delle adiposità localizzate passa dalla crioterapia.

Questa tecnica di trattamento innovativa si avvale di criocamere di trattamento dove il paziente entra e la temperatura viene rapidamente abbassata fino al raggiungimento di -110°.

La tecnica di “crioterapia sistemica” si differenzia molto dalla “crioterapia a zona” poiché in questa tecnica tutto il corpo viene raffreddato, mentre nella crioterapia a zona veniva raffreddata solo una piccola parte del corpo.

Grazie a questo trattamento si ottiene una vera e propria cristallizzazione delle cellule adipose, le quali sono particolarmente suscettibili ai danni da freddo.

Nel corso del tempo le cellule adipose danneggiate muoiono e vengono riassorbite ed eliminate dall’organismo.

Consumo di acqua: molto spesso ci dimentichiamo che le cose semplici sono le più efficaci. Il consumo di acqua è fondamentale per la buona riuscita di qualunque programma di riduzione della cellulite, sia esso “casalingo” o professionale.

La giusta idratazione favorisce infatti l’eliminazione delle sostanze di rifiuto attraverso la diuresi ed è fondamentale affinché qualunque trattamento risulti efficace.